Archivio articoli e news

< Scorie nucleari | La Sardegna non è la pattumiera d'italia
21.09.2017 15:59 Età: 87 days
Categoria: Primopiano

Solidarietà unanime del Consiglio Regionale della Sardegna al popolo Catalano

Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato all'unanimità un ordine del giorno unitario per esprimere solidarietà al popolo catalano che reclama il diritto di autodeterminarsi attraverso il referendum in programma il prossimo 1° ottobre. Il Segretario nazionale del Psd'Az "si allarga" e va oltre, proponendo un aiuto "concreto" a Generalitat: "stoccare le schede elettorali del referendum in Sardegna"


Sede Consiglio Regionale Sardegna

Sede Consiglio Regionale Sardegna

Manifestazioni catalane per referendum autodeterminazione

Manifestazioni catalane per referendum autodeterminazione

Manifestazioni Barcellona per referendum autodeterminazione

Manifestazioni Barcellona per referendum autodeterminazione

Catalogna: solidarietà Consiglio Regionale della Sardegna

Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato all'unanimità un ordine del giorno unitario per esprimere la solidarietà al popolo catalano che reclama il diritto di autodeterminarsi attraverso il referendum in programma l'1 ottobre prossimo. L'Assemblea ha espresso "ferma condanna su ogni azione di forza tesa a condizionare gli esiti della consultazione per l'indipendenza della Catalogna".

In realtà gli ordini del giorno presentati erano tre, ma il presidente del Consiglio, Gianfranco Ganau, ha chiesto ai proponenti una stesura unitaria, poi votata dall'Assemblea.

Due le eccezioni: Paolo Truzzu (Fdi) e Gennaro Fuoco (Psd'Az La base) che non hanno votato.

Sul travaglio del popolo catalano è intervenuto a inizio seduta il consigliere Psd'Az Christian Solinas che ha proposto all'Aula di prendere le distanze da un "processo di inasprimento del confronto istituzionale che impedisce un voto democratico. La Sardegna ha conosciuto vicende analoghe e non può che essere vicina ai fratelli catalani".


Il Segretario nazionale Psd'Az offre aiuto a Generalitat: "stoccare schede in Sardegna"

"Stampare e stoccare qui le schede per il regolare svolgimento del referendum, con l'impegno a consegnarle a loro richiesta nei modi e nei tempi da convenirsi".

Arriva dalla Sardegna anche l'offerta d'aiuto alla Generalitat de Catalunya.
La proposta è del segretario nazionale del Partito sardo d'Azione, Christian Solinas, che ha invitato la Giunta regionale a venire incontro alla Generalitat mettendo in sicurezza le schede.

L'esponente sardista è stato anche promotore e primo firmatario dell'ordine del giorno di vicinanza al popolo catalano approvato dal Consiglio regionale. "Esprimo soddisfazione per il via libera unanime dell'Assemblea all'odg per manifestare solidarietà in questa drammatica congiuntura storica - commenta Solinas - riaffermando il diritto degli individui e dei popoli alla propria libertà ed autodeterminazione, e per garantire alla Catalogna il diritto ad esprimersi nel referendum per l'indipendenza".

Il governatore sardo Francesco Pigliaru ha già chiarito la sua posizione: "Quando la forza vince sul dialogo non è mai la strada giusta. Per questo - ha dichiarato - abbiamo espresso direttamente il nostro sostegno alla Generalitat e per questo la Sardegna è vicina al popolo catalano e alle sue istituzioni".

Venerdì 22, alle h. 17, si muove anche la galassia indipendentista sarda che ha promosso una manifestazione di sostegno con un sit-in in programma a Cagliari in piazza Garibaldi, nell'angolo di fronte al Consolato spagnolo.

Fonte: ANSA